Titolo completo: Operational Performance Measurement. Increasing Total Productivity
Autore: Will Kaydos
Edizione: St. Lucie Press
Anno: 1999

E’ un libro sulla misurazione della Performance che percorre un sentiero parallelo a quello della Balanced Scorecard, soffermandosi di più sugli aspetti operativi che su quelli strategici dell’implementazione di un sistema di gestione della performance.
Kaydos si propone di spiegare come progettare e realizzare un sistema di misurazione della performance che incrementi in modo significativo la produttività, la qualità, il fatturato ed il profitto di una impresa. Da un punto di vista teorico Kaydos basa le sue considerazioni su un modello di misura che può essere applicato ad ogni attività di business e sui requisiti tecnici e culturali che un sistema di misura della performance richiede per essere effettivamente efficace.
Nel primo capitolo del libro Kaydos elenca i benefici per i manager ed il personale dell’impresa derivanti dall’implementazione di un sistema di misurazione della performance, tra i quali: un miglioramento del controllo, un allineamento strategico degli obiettivi, un miglioramento della qualità e della produttività, una più efficiente allocazione delle risorse, per i manager – chiare responsabilità ed obiettivi, essere valutati oggettivamente, più coinvolgimento, per il personale.
Nel secondo capitolo si sofferma in modo interessante su alcune definizioni teoriche della misura, sia per quanto riguarda i riferimenti, sia per quanto riguarda i metodi di misurazione.
Nel terzo capitolo denominato “misurare i processi di produzione” Kaydos definisce quelli che sono i blocchi fondamentali della misurazione della performance, i processi produttivi. Qui riprende ed elabora alcune nozione tipiche dell’ ABM (activity based management) e definisce in modo originale le prospettive da considerare nella misurazione: oltre a quella del processo, quella del dipartimento, quella dell’azienda e quella del cliente.
Il quarto capitolo è dedicato alla definizione dei requisiti operativi che rendono efficace il sistema di misurazione della performance. Questi requisiti sono divisi dall’autore in requisiti tecnici e requisiti culturali o sociali.
Nel quinto capitolo Kaydos approfondisce la questione di determinare cosa misurare. Poiché non è possibile misurare tutte le variabili di processo, bisogna selezionare quelle veramente significative per il successo dell’impresa. Qui Kaydos fa considerazioni molto vicine ad alcuni concetti tipici della Balanced Scorecard come il fatto che la strategia dell’impresa debba essere riflessa dal sistema di misurazione della performance.
Il sesto capitolo è dedicato all’implementazione del sistema di misurazione della performance. Molto interessante è la prima parte di questo capitolo dove Kaydos prende in considerazione le domande che i manager intermedi ed il personale dell’impresa si pongono quando si trovano a “misurarsi” con un sistema di misurazione della performance. Dare le risposte giuste a queste domande è fondamentale per il coinvolgimento e l’allineamento di tutte le risorse aziendali.
Nel settimo capitolo Kaydos si sofferma su come analizzare ed interpretare le misure. E’ un capitolo estremamente operativo dove nozioni pratiche sull’analisi delle informazioni vengono bilanciate da considerazioni più teoriche sull’interpretazione dei risultati e da consigli utili su come procedere.
L’ottavo capitolo è dedicato a come rendere più efficace l’uso del sistema di misurazione della performance. In questo capitolo vengono trattati temi piuttosto interessanti quali la verifica della responsabilità (accountability) per ciascuna misura, la comunicazione delle informazioni relative alla performance, il feedback, il legame tra performance e retribuzione, la definizione delle priorità.
Nell’ultimo capitolo Kaydos si pone il problema di come assicurarsi che il sistema di misurazione implementato mostri un quadro accurato della realtà aziendale.
Quattro sono poi le appendici a corredo del libro. La prima fornisce un corposo elenco di misure della performance. Nella seconda e nella terza vengono presentati due case study, il primo relativo alla implementazione di un sistema di misurazione della performance in produzione, il secondo relativo all’implementazione in un’organizzazione di vendita. L’ultima appendice è una disquisizione su come un uso non corretto della statistica possa portare ad un’interpretazione errata dei risultati.
Il libro di Kaydos non è sorretto da un impianto teorico forte come alcuni dei testi fondamentali sulla Balanced Scorecard o, più in generale sulla gestione della performance, ma è ricco di spunti operativi e utili suggerimenti pratici. Rappresenta quindi un buon complemento operativo a letture più strutturate sulla gestione della performance, ma anche una interessante introduzione all’argomento per chi approccia per la prima volta il tema della misurazione della performance.

Per l’acquisto: amazon.com