La ricerca della semplicità è un tema che trova poco spazio in un mondo sempre più interconnesso, complesso e complicato. Al di là delle divagazioni intorno a slogan ad effetto quali  “less is more” o “soluzioni semplici a problemi complessi”, poche sono le pubblicazioni serie sull’argomento che diano indicazioni pratiche attuabili a livello aziendale. Una di queste è il libro “Simply Effective”, scritto da Ron Ashkenas e pubblicato nel 2010.

Nel mondo in cui viviamo, accanto ad una complessità intrinseca, che non possiamo ridurre, c’è una complessità evitabile, che l’autore definisce inconsapevole, sulla quale non solo si può agire, ma è altamente auspicabile che lo si faccia in modo strutturato, per ridurre le conseguenze negative che ha sulle nostre azioni e sul perseguimento dei risultati desiderati. Comprendere le cause della complessità inconsapevole è il primo passo di un percorso che deve essere continuamente rinnovato e non può ridursi ad un intervento una tantum. Più una azienda cresce e più questi generatori di complessità inconsapevole manifestano i loro effetti. Spesso questi generatori non sono completamente eliminabili perché sono intrinsecamente collegati al modo in cui facciamo business o ci poniamo sul mercato o ci strutturiamo come organizzazione o ci poniamo come individui che interagiscono con altri individui. Comunque ricercare consapevolmente un compromesso a favore di una semplicità sostenibile non è solamente auspicabile, ma doveroso, in quanto può risultare fonte di vantaggio competitivo rispetto ai concorrenti.

L’autore si concentra maggiormente sugli aspetti pratici e, dal punto di vista teorico, non fa una chiara distinzione tra complessità e complicazione, cosa che a mio parere sarebbe opportuna fare

Il libro, di circa 200 pagine, è strutturato in 7 capitoli. Nel primo capitolo “Unmasking Organizational Complexity” l’autore ci fornisce una definizione di semplicità e ci illustra come una riduzione della complessità e della complicazione possa facilitare il processo realizzativo. In questo capitolo Ron introduce anche gli elementi attraverso i quali i manager inconsapevolmente creano o aumentano la complessità. Questi elementi sono quattro: la struttura, i prodotti, i processi e i comportamenti. All’approfondimento di questi elementi sono dedicati i quattro capitoli successivi: “Simplifying Structure”, “Reducing Product Proliferation”, “Streamlining Processes” e “Curbing Complexity-Causing Behaviors”. In ciascun capitolo viene illustrata la tematica, vengono evidenziate le trappole da evitare e sono forniti suggerimenti su come evitarle o almeno ridurne l’impatto. Inoltre l’autore fornisce per ciascuna area, delle indicazioni e degli strumenti per semplificare tutto quello che è possibile semplificare senza una perdita significativa di valore.

 Negli ultimi due capitoli “Strategy for Semplicity” e “Simplicity Starts with You”, l’autore ci mostra come gli strumenti adottati e gli approcci perseguiti possano essere  combinati in una strategia integrata, sia a livello dell’intera organizzazione sia a livello individuale.

Titolo completo: Simply Effective – How to cut through complexity in your organization and get things done
Autore: Ron Ashkenas
Editore: Harvard Business Review Press
Anno: 2010