Il proprietario di una misura è colui che deve rendere conto (accountability) del conseguimento dei risultati di una specifica dimensione della performance la cui rilevazione avviene, appunto, attraverso quella misura. E’ anche la persona che deve avere il potere di agire per migliorare il livello di performance lungo quella dimensione. Non è detto che sia la stessa persona che acquisisce i dati relativi a quella misurazione, anzi molto spesso non lo è. Non bisogna confondere i due ruoli che sono completamente differenti: il proprietario della misura x rende conto del raggiungimento della performance desiderata lungo la dimensione x, il responsabile dell’acquisizione dei dati rendere conto che l’aggiornamento dei valori, relativi alla misura x, sia corretto e puntuale. Quando si progetta una BSC ad ogni misura deve essere assegnato un proprietario ben definito (nome e cognome) responsabile del raggiungimento dei risultati di performance attesi lungo quella dimensione definita dalla misura stessa. Ovviamente il proprietario deve avere pieno possesso delle conoscenze e delle leve per conseguire il risultato desiderato. Spesso nelle organizzazioni che adottano sistemi di gestione o perlomeno di misurazione della performance non vengono definiti i proprietari delle misure o, se vengono definiti, non vengono delegate a loro le leve necessarie per adottare con successo azioni mirate al miglioramento. Questo è un tipico problema organizzativo che la BSC, se impostata correttamente, mette senz’altro in evidenza. Le soluzioni che si adottano per risolvere questo problema possono condizionare la riuscita dell’intero progetto: se non sono adeguate probabilmente si riuscità a misurare la performance, ma sarà molto difficile gestirla per migliorarla.